Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Sambo, Valeria (2009) Sviluppo e applicazione dei marcatori genetici per la gestione del parco riproduttori in un allevamento di branzino (Dicentrarchus labrax). [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF
2729Kb

Abstract

Con questo lavoro si è svolta un’analisi genetica dei candidati riproduttori presenti in un allevamento di branzino (Valle Cà Zuliani), al fine di identificare la parentela tra gli individui utilizzati per rinsanguare il parco e quelli già presenti nell’impianto, cercando perciò di minimizzare l’inbreeding e gli effetti che questo può provocare nella progenie. Questo è stato possibile grazie all’uso di marcatori molecolari che hanno consentito la determinazione di un profilo genetico individuale. I marcatori maggiormente utilizzati nelle metodiche di identificazione individuale e di analisi di paternità sono i loci microsatelliti. Per ogni individuo è stato raccolto un campione di tessuto di pinna caudale, da cui è stato estratto il DNA genomico. Si è proceduto poi all’amplificazione di 9 loci microsatelliti mediante PCR per 216 riproduttori già presenti e 188 riproduttori candidati, per poi visualizzare il prodotto dell’amplificazione mediante elettroforesi capillare. Grazie al software Genotyper 3.7 è stato determinato il profilo genetico di tutti gli individui esaminati . Infine il programma ML-Relate ha permesso di attribuire un valore di relatedness per tutti i confronti a coppie tra i 188 candidati riproduttori provenenti da Valle Cà Zuliani di Monfalcone. ----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------- In this work a genetic analysis was conducted on the candidate fish to be included in the broodstock of a sea bass hatchery, in order to identify the relationships among the individuals used to renew the broodstock and those already present in the fish farm, to minimize the inbreeding and the effects that this can provoke. This has been possible through the use of molecular markers, which allowed the definition of individual genetic profiles. The most used markers for individual identification and analysis of paternity are microsatellite loci. PCR amplification of the 9 microsatellite loci was carried for 216 broodfishes already present and 188 candidate broofishes, for then visualize the product of the amplification through capillary electrophoresis. Genotyper 3.7 was used to characterize a microsatellite profile for every individual. Finally, the program ML-Relate allowed to attribute a value of relatedness for all the pair-wise comparisons among the 188 originating reproducing candidates from Valle Cà Zuliani of Monfalcone.

Item Type:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Facoltà di Agraria > Scienze e tecnologie animali
Uncontrolled Keywords:Marcatori genetici, microsatelliti
Subjects:Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > VET/03 Patologia generale e anatomia patologica veterinaria
Codice ID:21824
Relatore:Bargelloni , Luca
Data della tesi:2009
Biblioteca:Polo di Agripolis - Legnaro > C.I.S. di Agripolis - Biblioteca "Pietro Arduino"
Collocazione:SCA-141
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record