Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Raich, Helene (2011) ANALISI DELLA PERICOLOSITA' DEL BACINO DEL RIO GADRIA ATTRAVERSO INDAGINI STORICO-DOCUMENTALI. [Magistrali biennali]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF
6Mb

Abstract

In un contesto moderno, caratterizzato dalla sempre maggior promiscuità uomonatura, la conoscenza del territorio, in senso lato, e la trasmissione di informazioni diventa sempre più importante. Nonostante la società contemporanea abbia raggiunto livelli di benessere molto elevati, i pericoli che sussistono e che possono improvvisamente sconvolgere un’intera comunità sono, purtroppo, frequenti. La presente ricerca si inserisce all’interno del progetto transfrontaliero Monitor II (Pratical Use of Monitoring in Natural Disaster Management), che ha come obiettivo sia il monitoraggio in tempo reale di fenomeni naturali ai fini di protezione civile che il miglioramento della base d’informazione per la gestione del rischio e dei pericoli naturali mediante l’ottimizzazione del flusso informativo. Tale progetto europeo prevede la collaborazione tra la Provincia Autonoma di Bolzano e diverse nazioni europee quali: l’Austria, la Slovenia, la Grecia, la Romania, la Serbia e la Bulgaria. Il Rio Gadria, bacino montano situato in Val Venosta, è stato scelto come area di studio in virtù di una serie di caratteristiche che lo rendono particolarmente interessante per le indagini idrogeologiche e sociologiche. E’ importante sottolineare come tale Rio abbia generato durante la sua attività passata e recente, uno dei più grandi conoidi alluvionali d’Europa. Le ricerche storiche condotte hanno evidenziato come, sin dal 1400, tale bacino sia stato al centro dell’attenzione da parte dei paesi limitrofi. Il controllo degli usi idrici a fini irrigui e la gestione dei canali e delle prime sistemazioni idrauliche, mostravano il coinvolgimento diretto e l’alta responsabilità individuale dei cittadini in tali questioni. Questo atteggiamento, come in tutti i paesi montani, è progressivamente mutato a causa dell’evoluzione politica e socio-economica ed ha comportato una perdita della percezione del rischio.

Item Type:Magistrali biennali
Corsi di Diploma di Laurea:Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria > Scienze e tecnologie forestali ed ambientali 
Uncontrolled Keywords:Debris flow, Rischio, Pericolo, Percezione, Vulnerabilità
Subjects:Area 07 - Scienze agrarie e veterinarie > AGR/08 Idraulica agraria e sistemazioni idraulico-forestali
Codice ID:35165
Relatore:D'Agostino, Vincenzo
Correlatore:Macconi, Pierpaolo
Data della tesi:October 2011
Biblioteca:Polo di Agripolis - Legnaro > Biblioteca di Agripolis "Pietro Arduino"
Collocazione:AGR-515
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:Yes

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record