Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Pinaroli, Giovanni (2012) Studio sui dispositivi plasmonici. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF
1233Kb

Abstract

I progressi che si sono succeduti in ambito scientico-tecnologico hanno permesso di migliorare i trattamenti forniti dalla medicina a vantaggio della qualità di vita. Le moderne cure per la salute prevedono l'applicazione di metodi diagnostici basati sul monitoraggio e/o sull'identicazione di quei tratti caratteristici, che vengono alterati dalle malattie oggi presenti. Tutti questi metodi vengono applicati nei laboratori specializzati i quali attraverso innovative apparecchiature riescono a venire incontro alle esigenze dei pazienti e degli specialisti. In questi ultimi anni si sta altermando una particolare classe di questi dispositivi basati sulla tecnica di risonanza plasmonica di supercie (SPR). Questi in particolare rappresentano l'ultima frontiera per i biosensori label-free capaci di determinare una misurazione che sfrutta il fenomeno della risonanza plasmonica. La tecnica a SPR si basa sull'omonimo fenomeno ottico che consente l'osservazione in tempo reale dell'interazioni di legame fra un'analita in soluzione ed un ligando immobilizzato sulla super- cie del sensore. Le applicazioni della tecnica SPR sono numerose, sia nel campo farmaceutico e diagnostico che in quello genetico e nano-tecnologico. Infatti la tecnica a SPR può essere applicata per sistemi di drug discovery, regolazione dei geni o più generalmente sugli studi di struttura e di funzione di biomolecole. Ad esempio è utilizzata per: - caratterizzare la cinetica, l'anità e la stechiometria d'iterazione, - determinare la concentrazione di un componente in una concentrazione, - realizzare studi termodinamici, - studiare l'eetto del mezzo su un'interazione (pH, sali, additivi, etc. . . ), - la cattura di ligando sconosciuto, - rilevazione di epitopi, etc. Le iterazioni comunemente usate includono: - Proteina-proteina - Proteina - D.N.A - Proteina - Piccole Molecole< 100Da - Anticorpo - Antigene - Recettore di Membrana-Ligando - Peptide - Recettore La medicina moderna è senza alcun dubbio indirizzata ad operare tramite queste nuove tecniche di diagnosi basate sul monitoraggio dei biomarcatori presenti nei uidi biologici ed è proprio grazie a queste tecniche innovative, che è tutt'oggi possibile diagnosticare malattie molto gravi in fase ancora non dannosa prima della comparsa dei sintomi caratteristici. Inoltre il continuo monitoraggio di questi marcatori biologici permette di determinare in alcune situazioni, la predisposizione dei soggetti a determinate malattie aumentando cosí il campo di prevenzione che la medicina può offrire oggi. Senza alcun dubbio i biosensori SPR saranno un forte candidato come tecnologia di base per tutti i sistemi di analisi per la diagnostica che la medicina moderna dovrà introdurre nei protocolli futuri. Lo scopo di questa tesina è di presentare in modo generale la classe dei sensori SPR descrivendone i principi di funzionamento, alcune congurazioni con le quali vengono utilizzati e fornire alcuni esempi di applicazione

Item Type:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Ingegneria > Ingegneria dell'informazione
Uncontrolled Keywords:plasmoni, risonanza, biosensori, affinità
Subjects:Area 09 - Ingegneria industriale e dell'informazione > ING-INF/01 Elettronica
Codice ID:39452
Relatore:Paccagnella, Alessandro
Data della tesi:24 February 2012
Biblioteca:Polo di Ingegneria > Biblioteca di Ingegneria dell'Informazione e Ingegneria Elettrica "Giovanni Someda"
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record