Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Fassone, Elisa (2012) Correlazione struttura-proprietà di plastomeri 1-butene/etilene. [UNSPECIFIED]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF
7Mb

Abstract

Lo scopo del lavoro di tesi √® stato lo studio di struttura e morfologia di plastomeri 1-butene/etilene prodotti con catalisi metallocenica. √Č stata indagata la struttura allo stato solido di questi materiali con tecniche di diffrazione a raggi X (WAXD e SAXS), risonanza magnetica nucleare allo stato solido (NMR SS), spettroscopia infrarossa (FTIR e ATR), calorimetria differenziale a scansione (DSC). Lo studio morfologico √® stato affrontato con tecniche di microscopia elettronica in trasmissione (TEM) e microscopia di forza atomica (AFM). √ą risultato che questi polimeri non cristallizzano dal fuso, ma per invecchiamento a temperatura ambiente in circa una settimana. A seconda del contenuto di etilene nel copolimero cambia la fase cristallina: con una percentuale del 4-5% in peso cristallizza in forma I e I', mentre con un contenuto superiore cristallizza in forma I'. Con il contenuto di etilene cambiano inoltre le propriet√† fisiche: diminuisce la velocit√† di cristallizzazione, il grado di cristallinit√† e la temperatura di fusione. Cambiano anche le propriet√† meccaniche: diminuisce la durezza e aumentano le propriet√† elastiche. Le forme cristalline I e I' sono state distinte con analisi DSC e FTIR, ma non con analisi WAXD, SAXS e TEM: si ritiene che la fase I' sia una forma imperfetta della fase I. Alcuni campioni sono stati miscelati con un terpolimero (terPP) a base di polipropilene. Questo agisce da nucleante migliorando la maneggiabilit√† del prodotto. Con analisi WAXD, FTIR e DSC si √® confermato che il terPP √® in grado di velocizzare la cinetica di cristallizzazione senza influire sul grado di cristallinit√†. Questa capacit√† √® attribuita al fatto che il terPP genera un maggior numero di centri di nucleazione rispetto al prodotto senza terpolimero, come visto da analisi AFM. Una propriet√† peculiare di questi materiali √® la capacit√† di risaldarsi dopo un taglio. Il fenomeno √® stato spiegato con analisi ATR: l'alta mobilit√† delle catene polimeriche ottenuta applicando un attrito che riporta il campione in uno stato di minore cristallinit√†, ne permette una diffusione fra superfici tagliate messe a contatto. La successiva cristallizzazione delle catene ne fornisce la resistenza a rottura.

Item Type:UNSPECIFIED
Uncontrolled Keywords:copolimeri, metallocene, poli-1-butene
Subjects:Area 03 - Scienze chimiche > CHIM/05 Scienza e tecnologia dei materiali polimerici
Codice ID:42240
Relatore:Marigo, Antonio
Data della tesi:13 December 2012
Biblioteca:Polo di Scienze > Dip. di Scienze Chimiche - Biblioteca
Collocazione:Tesi 3741
Tipo di fruizione per il documento:solo consultazione
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:Yes

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record