Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Manera, Sabrina (2012) Caratterizzazione della sequenza genica della glutatione reduttasi nel teleosteo antartico Chionodraco hamatus. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
659Kb

Abstract

Questa tesi si colloca all'interno di un progetto più ampio finalizzato allo studio dell’evoluzione molecolare e funzionale dell’enzima glutatione reduttasi (GR) nei teleostei antartici. Tale progetto si pone come primo obiettivo la caratterizzazione dell'intera sequenza nucleotidica del gene in quattro specie di pesci appartenenti al sottordine dei Notothenioidei, ampiamente diffusi nell’Oceano Australe, e al confronto filogenetico delle sequenze ottenute con quelle di altri teleostei non antartici. Lo scopo della mia tesi è quello di amplificare la porzione 3' terminale della GR in uno di questi teleostei, Chionodraco hamatus.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Facoltà di Scienze MM. FF. NN. > Biologia
Parole chiave:Biologia molecolare, Glutatione reduttasi, Chionodraco hamatus, Teleostei antartici
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 05 - Scienze biologiche > BIO/09 Fisiologia
Codice ID:43234
Relatore:Santovito, Gianfranco
Data della tesi:2012
Biblioteca:Polo di Scienze > CIS "A. Vallisneri" - Biblioteca Biologico Medica
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione e non da noi.

Abele D., Puntarulo S., 2004. Formation of reactive species and induction of antioxidant defence systems in polar and temperate marine invertebrates and fish. Comparative Biochemistry and Physiology, pp.402-415 Cerca con Google

Arias. G. D., Marquez E. V., Beccaria J. A., Guerrero A. S., Iglesias A. A., 2009. Purification and characterization of a Glutathione Reductase from Phaeodactylum Tricornutum. Protist, Vol. 161, pp. 91-10 Cerca con Google

Bargagli R., 2008. Environmental contamination in Antartic ecosystems. Science of the total enviroment 400, pp. 212-226 Cerca con Google

Bargelloni L., Zane L., Derome N., Lecointre G., Patarnello T., 2000. Molecular zoogeography of Antarctic euphausiids and notothenioids: from species phylogenies to intraspecific patterns of genetic variation. Antarctic Science 12 (3), pp. 259-268 Cerca con Google

Berivan T., Nuray N. U., 2006. Kinetic Mechanism and Molecular Properties of Glutathione Reductase. FABAD J. Pharm. Sci., 31, pp. 230-237 Cerca con Google

Eastman J.T., 2004. The nature of the diversity of Antarctic fishes. Polar Bio 28, pp. 93-107 Cerca con Google

Eastman J.T., Lanoo M.J., 2004. Brain and Sense Organ Anatomy and Histology in Hemoglobinless Antarctic Icefish (Perciformes: Notothenioidei: Channichthyidae). Journal of Morphology 260, pp. 117-140 Cerca con Google

Giovannini C., Filesi C., D'Archivio M., Scazzocchio B., Santangelo C., Masella R., 2006. Polifenoli e difese antiossidanti endogene: effetti sul glutatione e sugli enzimi ad esso correlati. Ann Ist Super Sanità Vol. 42 No. 3, pp. 336-347 Cerca con Google

Krauth-Siegel R. L., Arscott L. D., Schönleben-Janas A., Schirmer R. H., Williams C. H., 1998. Role of Active Site Tyrosine Residues in Catalysis by Human Glutatione Reductase. Biochemistry 37, pp. 13968-13977 Cerca con Google

Pai E. F., Schulz G. E., 1983. The Catalytic Mechanism of Glutathione Reductase as Delived from X-ray Diffraction Analyses of Reaction Intermediates. The Journal fo Biological Chemistry, vol. 259 No. 3, pp. 1752-1757 Cerca con Google

Römisch K., Matheson T., 2003. Cell biology in the Antarctic: studyng life in the freezer. Nature Cell Biology, vol. 4 Cerca con Google

Rutschmann S., Matschiner M., Damerau M., Muschick M., Lehmann M.F., Hanel R., Salzburger W., 2011. Parallel ecological diversification in Antarctic notothenioid fishes as evidence for adaptive radiation. Molecular Ecology 20, pp. 4707-4721 Cerca con Google

Santovito G., Piccini E., Boldrin F., Irato P., 2012. Comparative study on metal homeostasis and detoxification in two Antarctic teleosts. Comparative Biochemistry and Physiology, Part. C 155, pp. 580-586 Cerca con Google

Sidell B.D., O'Brien K.M., 2006. When bad things happen to good fish: the loss of hemoglobin and myoglobin expression in Antarctic icefishes. The Journal of Experimental Biology 209, pp. 1791-1802 Cerca con Google

Tamura K., Peterson D., Peterson N., Stecher G., Nei M., and Kumar S., 2011. MEGA5: Molecular Evolutionary Genetics Analysis using Maximum Likelihood, Evolutionary Distance, and Maximum Parsimony Methods. Molecular Biology and Evolution 28, pp. 2731-2739. Cerca con Google

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record