Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Visintini, Ruben (2013) Variables affecting HEK293 cells PEI-mediated transient transfection for Gag-GFP VLP production. [Magistrali biennali]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
3086Kb

Abstract

Le particelle simil-virali (virus-like particles, VLPs) sono candidati molto promettenti per lo sviluppo di nuovi vaccini. Gli approcci per la produzione in larga scala di HIV-1 Gag VLPs si sono focalizzati principalmente nel sistema di espressione basato sui baculovirus. In questo lavoro, le HIV-1 Gag VLPs sono state prodotte utilizzando un protocollo di espressione transiente, precedentemente sviluppato e ottimizzato dal gruppo di ricerca, in coltura in sospensione di cellule di mammifero. Lo scopo di questo lavoro è di studiare le principali variabili presenti nel processo per capire quale effetto possano avere sulla trasfezione transiente delle cellule e sulla produzione stessa delle VLPs. Per facilitare la quantificazione delle VLPs, la proteina Gag viene espressa in fusione con la eGFP (enhanced Green Fluorescence Protein), generando così VLPs fluorescenti che possono essere quantificate per fluorimetria. Da studi precedenti eseguiti dal gruppo di ricerca, la grande maggioranza delle Gag-eGFP prodotte e presenti nel sopranatante della coltura sono correttamente assemblate in VLPs le quali mostrano la morfologia e le dimensioni previste, simili a quelle delle particelle virali immature dell’HIV-1. Il medium di coltura utilizzato è stato precedentemente ottimizzato per lo scopo, utilizzando il disegno di esperimenti (Design of Experiments, DoE). Il risultato è un medium di coltura supplementato con componenti di derivazione non-animale i quali comprendono proteine ricombinanti e lipidi sintetici in grado di aumentare la crescita cellulare e la produzione delle VLPs. Le cellule utilizzate sono una linea di cellule di rene di embrione umano (Human Embryonic Kidney 293, HEK293) che, in queste condizioni, crescono fino a una concentrazione di 4,8 milioni di cellule per ml se coltivate in batch. La migliore performance di produzione si ottiene quando le cellule sono trasfettate durante la loro fase di crescita esponenziale, con ricambio del medium di coltura con medium fresco al momento della trasfezione ed utilizzando concentrazioni standard di DNA plasmidico e polietilienimina (PEI). Utilizzando questo metodo, mediamente, la metà delle cellule in coltura viene trasfettata positivamente e vengono prodotti circa 2,7 miliardi di VLPs per ml. Il problema intrinseco del metodo consiste nella variabilità dell’efficienza di trasfezione che porta anche ad una variabilità nella quantità di produzione delle VLPs. In questo lavoro, i risultati ottenuti mantengono questa tendenza. Grazie a una migliore comprensione delle variabili presenti, è possibile ridurre la variabilità osservata ed aumentare la produttività. Le variabili testate sono state diverse: variabili che influenzano la formazione dei poliplessi di DNA e PEI, altre che influenzano la procedura di trasfezione ed anche variabili che non dipendono dal protocollo di trasfezione. Per quanto riguarda la formazione dei poliplessi, è stato studiato l’effetto dell’utilizzo di medium supplementato come solvente per la soluzione di DNA e PEI comparato con l’utilizzo di medium non supplementato; l’effetto della temperatura di tale medium e l’effetto del “vortex-step”. Riguardo la procedura di trasfezione sono stati studiati l’effetto dello stress cellulare dovuto al ricambio di medium e l’effetto dell’età delle beute utilizzate per il coltivo in batch. Da ultimo si è studiato l’effetto del passo cellulare, della concentrazione e della fase del ciclo cellulare al momento della trasfezione. Per studiare l’effetto della concentrazione cellulare sono stati adattati metodi di concentrazione e metodi di trasfezione alternativi. Mentre, per studiare l’effetto del ciclo cellulare sono state ottenute colture cellulari sincronizzate. Per raggiungere questo scopo due composti antineoplastici sono stati utilizzati. Di questi è stata studiata la tossicità, con saggi MTT, e il potere antineoplastico, grazie alla citometria di flusso. Per conoscere i tempi di trasfezione è stata effettuata una ricerca bibliografica i cui risultati hanno permesso di trasfettare con le tempistiche corrette le colture sincronizzate ottenute. Grazie agli studi effettuati è stato possibile concludere che il protocollo di trasfezione è robusto e non influenzato dai fattori operativi. Inoltre, è stato possibile definire un effetto positivo del medium supplementato usato per la preparazione dei poliplessi sulla vitalità cellulare ed è stata sottolineata l’importanza dello stato fisiologico delle cellule per poter ottenere buoni risultati di trasfezione e produzione. L’effetto da densità cellulare (cell density effect) è stato incontrato quando sono stati svolti esperimenti di trasfezione con concentrazione della coltura, benché, finora questo effetto sia stato descritto solamente in colture di baculovirus, tale effetto è stato evitato adattando un metodo di trasfezione alternativo. Lo studio della fase del ciclo cellulare ha posto in relazione una particolare fase del ciclo con la trasfezione, rivelando che cellule che si trovano nella fase G2/M sono più recettive alla trasfezione. Questi ultimi studi hanno evidenziato un forte effetto sulla trasfezione e sulla produzione del ricambio del medium precedente alla trasfezione, al riguardo del quale saranno necessari ulteriori approfondimenti. In chiusura vengono proposti esperimenti per risolvere i dubbi evidenziati dagli studi effettuati. Si propone nel dettaglio uno studio di microscopia confocale per ricavare i tempi precisi di trasfezione nel sistema utilizzato. Viene illustrato un metodo per eliminare l’effetto del cambio di medium negli studi sulle colture sincronizzate ed da ultimo metodi alternativi per lo studio dell’effetto della fase del ciclo cellulare.

Tipologia del documento:Magistrali biennali
Parole chiave:Transfection, HEK293, ULP, HIV, AIDS
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 05 - Scienze biologiche > BIO/11 Biologia molecolare
Codice ID:46081
Relatore:Bergantino, Elisabetta
Data della tesi:2013
Biblioteca:Polo di Scienze > CIS "A. Vallisneri" - Biblioteca Biologico Medica
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione e non da noi.

1. U. S. Department of Health and Human Services. Vaccine Types. NIAID. [Online] April 03, 2012. [Cited: August 23, 2013.] http://www.niaid.nih.gov/topics/vaccines/understanding/pages/typesvaccines.aspx. Vai! Cerca con Google

2. WHO. Initiative for Vaccine Research (IVR). [Online] 2013. http://www.who.int/vaccine_research/diseases/tb/vaccine_development/live_attenuated/en/. Vai! Cerca con Google

3. Shina, J. K. and Bhattacharya, S. A Text Book of Immunology. 2012. Cerca con Google

4. Recombiant protein vaccines produced in insect cells. Cox, M.M. J. 2012, Vaccine, Vol. 30, pp. 1759-1766. Cerca con Google

5. Progress towards development of HIV vaccine: report of the AIDS 2009 Vaccine Conference. Ross, A. L., et al. 2010, The Lancet Infectious Diseases, Vol. 10, pp. 305-316. Cerca con Google

6. The present and future of peptide vaccines for cancer: single or multiple, long or short, alone or in compination? Slingluff, C. L. 17, 2011, The Cancer Journal, Vol. 5, pp. 343-350. Cerca con Google

7. Generation by reverse genetics of an effective, stable, live-attenuated Newcastele disease virus vaccine based on a currently circulating, highly virulent indonesian strain. Xiao, S., et al. 7, 2012, PLos One, Vol. 12, p. e52751. Cerca con Google

8. Structures of virus and virus-like particles. Johnson, J. E. and Chiu, W. 10, 2000, Curr. Opin. Struct. Biol., pp. 229-235. Cerca con Google

9. Desctibing recombinant vaccines with viral properties: a rational approach to more effective vaccines. Jennings, G. T. and Bachmann, M. F. 7, 2007, Curr. Mol. Med., pp. 143-155. Cerca con Google

10. Recombinant HIV-1 Pr55gag virus-like particles: potent stimulators of innate and acquired imune responses. Deml, L., et al. 42, 2005, Mol. Immunol., Vol. 2, pp. 259-277. Cerca con Google

11. Core particles of Hepatitis B virus as carrier for foreign epitopes. Urlich, R., et al. 50, 1998, Adv. Virus Res., pp. 141-182. Cerca con Google

12. The coming age of virus-like particles vaccines. Jennings, G. T. and Bachmann, M. F. 2008, Biol. Chem., Vol. 389, pp. 521-536. Cerca con Google

13. Particle based vaccines for HIV-1 infection. Young, KR and Ross, TM. 3, 2003, Curr. Drug Targets Infect. Disord., Vol. 2, pp. 151-169. Cerca con Google

14. DNA vaccines encoding retrovirus-based virus-like particles induce efficient immune responses without adjuvant. Bellier, B, Dalba, C and Clerc, B. 24, 2006, Vaccine, Vol. 14, pp. 2643-2655. Cerca con Google

15. Development and validation of a quantitation assay for fluorescently tagged HIV-1 virus-like particles. Gutierréz-Granados, S., et al. 1, October 2013, Journal of Virological Methods, Vol. 193, pp. 85-95. Cerca con Google

16. Induction of systemic and mucosal cross-clade neutralizing antibodies in BALB/c mice immunized with human immunodeficiency virus type 1 clade A virus-like particles administrated by different routes of inoculatium. Buonaguro, L., et al. 79, 2005, J. Virol, Vol. 11, pp. 7059-7067. Cerca con Google

17. Priming of strong, board, and long-lived HIV type 1 p55gag-specific CD8+ cytotoxic T cells after administration of virus-like particle in rhesus macaques. Paliard, X., et al. 16, 2000, AIDS Res Hum Retrovir, Vol. 3, pp. 273-282. Cerca con Google

18. How does HIV cause AIDS? Weiss, RA. 260, 1993, Science, pp. 1273-1279. Cerca con Google

19. Manipulation of dendritic cell function by viruses. Cunningham, A., et al. 13, 2010, Current Opinion in microbiology, pp. 524-529. Cerca con Google

20. Votteler, J. and Schubert, U. Human immunodeficiency viruses: molecular biology. Encyclopedia of Virology. 2008, pp. 517-525. Cerca con Google

21. The stoichiometry of Gag protein HIV-1. Briggs, J. A., et al. 11, 2004, Nat . Struct. Mol. Biol., pp. 672-675. Cerca con Google

22. Implications for viral capsid assembly from crystal structures of HIV-1 Gag1-278 and CAn133-278. Kelly, B. N., et al. 45, 2006, Biochemistry, pp. 11257-11266. Cerca con Google

23. HIV-1: fifteen proteins and an RNA. Frankel, A. D. and Young, J. A. 67, Annu. Rev. Biochem., pp. 1-25. Cerca con Google

24. Identification of a membrane-binding domain within the aminoterminal region of human immunodeficency virus typw 1 Gag protein which interacts with acidic phospholipids. Zhou, W., et al. 68, 1994, J. Virol., pp. 2556-2569. Cerca con Google

25. Structure of amino-terminal core domain of the HIV-1 capsid protein. Gitti, R. K., et al. 273, 1996, Science, pp. 231-235. Cerca con Google

26. Structure of the carboxyl-terminal dimerization domain of the HIV-1 capsid protein. Gamble, T. R., et al. 278, 1997, Science, pp. 849-853. Cerca con Google

27. Cryo-electron microscopy reveals ordered domains in the immature HIV-1 particle. Fuller, S. D., et al. 7, 1997, Curr. Biol., pp. 729-738. Cerca con Google

28. Intracellular transport of retroviral capsid components. Krausslich, H. G. and Welker, R. 214, 1996, Curr. Top. Microbiol. Immunol., pp. 25-63. Cerca con Google

29. Characterization of human immunodeficency virus type 1 Pr55gag membrane association in a cell-free system: requirement for a C-terminal domain. Platt, E. J. and Haffar, O. K. 91, 1994, Proc. Natl. Acad. Sci. USA, pp. 4594-4598. Cerca con Google

30. Role of RNA in facilitating Gag/Gag-Pol interaction. Khorchild, A., et al. 76, 2002, J. Virol., pp. 4131-4137. Cerca con Google

31. Virus-like particles in vaccine development. Roldao, A., et al. Vaccines, Vol. 9, pp. 1149-1176. Cerca con Google

32. Virus-like particles show promise as candidates for new vaccine stratgies. Federico, M. 5, 2010, Future virol., Vol. 4, pp. 371-374. Cerca con Google

33. Advances in methods for the production, purification and characterization of HIV-1 Gag-Env pseudovirion vaccines. Hammonds, J., et al. 25, 2007, Vaccine, Vol. 47, pp. 8036-8048. Cerca con Google

34. Towards the praparive and large-scale precision manufacture of virus-like particles. Pattenden, L. K., et al. 23, 2005, Trends in Biotechnology, Vol. 10, pp. 523-529. Cerca con Google

35. HEK293 cell line: a vehicle for the expression of recombinant proteins. Thomas, P. and Smart, T. 51, 2005, Journal of Pharmacological and Toxicological Methods, pp. 187-200. Cerca con Google

36. Characteristics of a Human Cell Line Transformed by DNA from Human Adenovirus Type 5. Graham, F. L. and Smiley, J. 36, 1977, Virology, pp. 59-74. Cerca con Google

37. A new technique for the assay of infectivity of human adenovirus 5 DNA. Graham, F. L. and Van Der Eb, A. J. 52, 1973, Virology, pp. 456-467. Cerca con Google

38. Cloning and sequencing of the cellular-viral junctions from the human adenovirus type 5 transformed 293 cell line. Louis, N., Evelegh, C. and Graham, F. L. 2, 1997, Virology, pp. 59-74. Cerca con Google

39. Optimization of HEK 293 cell growth by addition of non-animal derived components using design of experiment. Cervera, L., et al. 2011, BMC Proceedings, p. 126. Cerca con Google

40. Different behavior of branched and linear polyethylenimine for gene gelivery in vitro and in vivo. Wightman, L., et al. 3, 2001, The Journal of Gene Medicine, pp. 362-372. Cerca con Google

41. Limiting factors governing protein expression following polyethylenimine-mediated trasnfer in HEK293-EBNA1 cells. Carpentier, E., et al. 128, 2007, Journal of Biotechnology, pp. 268-280. Cerca con Google

42. Cell cycle dependence of gene transfer by lipoplex, polyplex and recombinant adenovirus. 7, 2000, Gene Therapy, pp. 401-407. Cerca con Google

43. Transient production of recombinant proteins by Chinese hamster ovary cells using polyethyleneimine/DNA complexes in combination with microtubule disrupting anti-mitotic agents. Tait, A. S., et al. 88, 2004, Biotechnology and Bioengineering, pp. 707-721. Cerca con Google

44. Non-genetic individuality: chance in the single cell. Spudich, J. L. and Koshland, D. E. Jr. 262, 1976, Nature, Vol. 5568, pp. 461-471. Cerca con Google

45. Mechanism of action of Hydroxyurea. Yarbro, J. W. 19, 1992, Semin Oncol, Vol. 3 Suppl 9, pp. 1-10. Cerca con Google

46. Transient production of recombinant proteins by Chinese Hamster Ovary Cells using Polyethyleneimine/DNA complexes in combination with microtubule disrupting anti-mitotic agents. Tait, A. S., et al. 88, 2004, Biotechnlogy Bioengeneering, Vol. 6, pp. 707-721. Cerca con Google

47. Nocodazole does not synchronize cells: implications for cell-cycle control and whole-culture synchronization. Cooper, S., et al. 324, 2006, Cell Tissue Res, pp. 237-242. Cerca con Google

48. Localization of human immunodeficiency. Hermida-Matsumoto, L. and Resh, M. D. 74, 2000, Journal of Virology, pp. 8670-8679. Cerca con Google

49. Mutational inactivation of an inhibitory sequence in human immunodeficiency. Schwartz, S., et al. 66, Journal of Virology, pp. 7176-7182. Cerca con Google

50. Production of lentiviral vectors by large-scale transient transfection of suspensioncultures and affinity chromatography purification. Segura, M. M., et al. 98, 2007, Biotechnology and Bioengineering, pp. 798-799. Cerca con Google

51. Invitrogen. Propidium Iodide Nucleic Acid Stain. 2006. MP 01304. Cerca con Google

52. Growth, nutrient consumption, and end-product accumulation is Sf9 and BTI-EAA insect cell cultures. Bedard, C., Tom, R. and Kamen, A. 9, 1993, Biotechnol Prog, Vol. 6, pp. 615-624. Cerca con Google

53. Cell density effect in the Baculovirus-insect cells system: a quantitative analysis of energetic metabolism. Bernal, Vincente, et al. 104, 2009, Biotechnology and Bioengeneering, pp. 162-180. Cerca con Google

54. Improving baculovirus production at high cell density through manipulation of energy metabolism. Carinhas, Nuno, et al. 2010, Metabolic Engeneering, pp. 39-52. Cerca con Google

55. Kinetic Analysis of the Effect of Cell Density on Hybridoma Cell Growth in Batch Culture. Eun, Yeol Lee. 7, 2002, Biotechnol. Bioprocess. Eng., pp. 117-120. Cerca con Google

56. Design of Experiment in CHO and HEK transient transfection condition optimization. Bollin, F., Dechavanne, V. and Chevalet, L. 78, 2011, Protein Expression and Purification, pp. 61-68. Cerca con Google

57. Production of large numbers of mitotic mammalian cells by use of the reversible microtuble inhibitor Nocodazole: Nocodazole accumulated mitotic cells. Zieve, G. W., et al. 126, 1980, Experimental Cell Research, Vol. 2, pp. 397-405. Cerca con Google

58. Lieberman, H. B. Cell Cycle Checkpoint Control Protocols. s.l. : Humana Press, 2004. Vol. 241. Cerca con Google

59. Fuenmayor Gracés, J. Optimización de la producción de VLP Gag-GFP mediante el diseño de experimentos. Escola tècnica superior d'engenyieria agronomica i del medi natural, Universitat Poilitècnica de València. València : s.n., 2013. B. Sc. Cerca con Google

60. Gutiérrez-Granados, S., et al. Characterization and quantitation of fluorescent Gag Virus-like Particles. 2013. Cerca con Google

61. Tracking the intracellular path of poly(ethylenimine)/DNA complexes for gene delivery. Godbey, W. T., Kenneth, K. Wu and Mikos, A. G. 96, 1999, PNAS, Vol. 9, pp. 5177-5181. Cerca con Google

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record