Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Basaldella , Chiara (2015) Quando le malattie hanno i colori: opinioni dei trevigiani su multiculturalita e salute. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
366Kb

Abstract

La società odierna ci espone quotidianamente alla relazione e al confronto con culture ed etnie diverse tra loro che, spesso, sono contraddistinte da una marcata differenza di abitudini ed atteggiamenti, che mixati danno origine a quella che oggi viene definita multiculturalità. Il confronto con persone di diversa cultura e nazionalità porta, inevitabilmente, ad una categorizzazione degli atteggiamenti e delle abitudini, che spesso può risultare ingannevole e non veritiera. L’associazione delle parole malattia e immigrazione emerge spesso nella società odierna, dai titoli dei giornali, ai servizi in televisione, alle numerose riviste più o meno scientifiche, fino ad entrare a far parte del gergo comune. Il pensiero che a volte ne deriva è che una persona, solo perché proveniente da un altro paese, possa comportare un pericolo, dal punto di vista della salute, per gli altri. Il presente elaborato prende in considerazione proprio questo aspetto; attraverso l’uso di interviste semi strutturate, rivolte a persone afferenti allo studio di un Medico di Medicina Generale di Treviso, si sono indagate le percezioni degli utenti sulla possibile associazione tra l’appartenenza ad un gruppo etnico differente da quello autoctono con la possibilità di trasmettere patologie. Dai risultati emerge come la quasi totalità delle persone sia estremamente convinta che l’essere immigrati comporti, di fatto, l’essere potenzialmente affetto da patologie infettive dannose per la popolazione residente. Risulta, inoltre, chiaro come quasi nessuno sia in grado di addurre una motivazione logica per giustificare tali affermazioni, basate, per lo più, unicamente su convinzioni e credenze dettate da stereotipi. Emerge, quindi, la necessità di adottare strategie informative ed educative che permettano di mettere a conoscenza la popolazione sui reali fattori di rischio di malattia e sulle metodologie di prevenzione, al fine di creare le migliori condizioni per favorire l’integrazione tra le diverse culture.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Infermieristica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Codice ID:50834
Relatore:NON SPECIFICATO
Data della tesi:13 Novembre 2015
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record