Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Crosato, Giorgia (2015) Depressione e telepsichiatria: come cambia il ruolo dell'infermiere. Una revisione della letteratura. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
259Kb

Abstract

La Depressione è una patologia in continuo aumento ed una buona parte della letteratura ora esistente, descrive come la persona con disturbi depressivi debba essere assistita in un setting di cure territoriali. Tuttavia gli ostacoli alla gestione del disturbo sono diversi ed un cospicuo numero di persone lascia il trattamento stabilito a causa di barriere specificate come geografiche e non geografiche. A tale proposito l’evoluzione tecnologica ha reso l’uso del personal computer, di Internet e della telefonia mobile più familiare per la comunicazione tra le persone. La Telepsichiatria viene proposta come nuovo metodo di assistenza alla persona depressa in un’ottica territoriale, volta a superare gli ostacoli presenti in questa società sempre più modernizzata, tecnologica e stigmatizzata nei confronti della malattia mentale. Tuttavia questo crescente sistema di assistenza necessita di professionisti che lo introducano nella clinica e che educhino i pazienti al suo utilizzo. La ricerca per la presente tesi è stata condotta in forma di revisione bibliografica individuando i problemi di indagine, tramite quesiti iniziali di background e successivamente di foreground, impiegando la strategia del P.I.C.O. Le prime domande sono state elaborate per ricavare informazioni circa l’assistenza ed il trattamento della Depressione, come essa viene gestita dal case manager e le generalità della Telepsichiatria. Il quesito di foreground ha valutato quale ruolo può avere l’infermiere nell’utilizzo della Telepsichiatria per la gestione del paziente depresso. Sono stati considerati studi dal 2000 al 2015, reperiti tramite Medline, banche dati, riviste infermieristiche e tramite siti internet. Dai risultati è emerso che la Depressione viene gestita con differenti terapie. Con l’emergere di nuove tecnologie, la Telepsichiatria rappresenta un’innovazione nell’assistenza con la quale sarà possibile assistere il paziente depresso a distanza dalla fonte di cura, di modo tale da favorire la consapevolezza e l’empowerment rispetto alla propria patologia. Inoltre è emerso che un modello collaborativo di gestione della Depressione, coordinato dal case manager ed orientato al patient center care sia centrale per l’integrazione tra i diversi professionisti sanitari e parti del Sistema Sanitario. Nonostante nella ricerca ci siano limitazioni legate alla mancanza di letteratura nel panorama italiano per determinare le competenze e le professionalità dell’infermiere nell’utilizzo della Telepsichiatria, si può affermare che essa, nelle sue diverse applicazioni possa essere efficace, cost effectiveness ed a volte equivalente al trattamento face to face. Nel suo utilizzo emergono rischi e benefici anche se viene considerata un’avanguardia utile specialmente per trattare le persone depresse, non trattate.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Infermieristica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Codice ID:50905
Relatore:Favaretto, Gerardo
Data della tesi:09 Novembre 2015
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:No

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record