Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Roma , Martina (2015) Disfunzioni sessuali ed interventi riabilitativi volti al recupero della funzionalità  sessuale in pazienti sottoposti a chirurgia addomino - pelvica: il ruolo dell' infermiere specialista. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
596Kb

Abstract

Scopo: Lo scopo di questo lavoro è descrivere le disfunzioni sessuali che si presentano in seguito ad interventi di chirurgia addomino-pelvica e gli interventi riabilitativi “evidence based” di competenza infermieristica volti al recupero di questa funzionalità, essendo una problematica rilevante, tale da condizionare la vita dei pazienti. Materiali e metodi: È stata condotta una ricerca bibliografica su Pubmed per individuare le disfunzioni sessuali a possibile insorgenza post chirurgia addomino-pelvica e gli interventi riabilitativi gestibili e programmabili dall’ infermiere specialista. È stato somministrato, in modo randomizzato, un questionario validato e modificato (Female Sexual Function Index) a 33 pazienti (18 uomini e 15 donne), da luglio a settembre 2015, che si sono rivolti al centro per pazienti stomizzati e con disfunzioni pelvi perineali dell’ ULSS 8 Asolo, per verificare la presenza di tali disfunzioni. Si sono quindi descritti gli interventi riabilitativi posti in essere. Risultati: Dall’ analisi dei questionari si evince quanto segue. Le disfunzioni sessuali insorte post chirurgia addomino-pelvica sono dimostrate essere quelle descritte dalla letteratura: il disturbo del desiderio sessuale (disturbo da desiderio ipoattivo), il disturbo dell’ eccitazione (la disfunzione erettile nell’ uomo e l’ ipolubrificazione nella donna), il disturbo dell’ orgasmo (l’ anorgasmia) e il disturbo caratterizzato da dolore (la dispareunia). Dall’ indagine condotta nel 2015, il 100% dei pazienti che avevano subito un intervento di chirurgia addomino-pelvica presentava disfunzioni sessuali, che modificavano il modello di sessualità rispetto al periodo pre intervento. Pertanto, tutti i pazienti sono stati sottoposti a trattamento riabilitativo secondo le evidenze scientifiche dimostranti l’ efficacia: fisiokinesiterapia del pavimento pelvico, paradoxical relaxation, biofeedback, stimolazione elettrica funzionale, lubrificanti vaginali, coni vaginali, palline della geisha, vacuum device e counseling sessuale, anche in combinazione tra loro. Conclusioni: Poiché l’ infermiere è il soggetto che “riconosce la salute come bene fondamentale della persona e interesse della collettività e si impegna a tutelarla con attività di prevenzione, cura, riabilitazione e palliazione”, è di sua competenza, dopo ulteriore formazione specialistica in tale ambito, la valutazione del modello di sessualità e la messa in atto di tutti i possibili trattamenti riabilitativi infermieristici volti a ri-abilitare la funzione perduta, dare risposte al paziente, migliorare la sua qualità di vita.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Infermieristica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Codice ID:51147
Relatore: Martella, Bruno
Data della tesi:13 Novembre 2015
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:Sì

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record