Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Simonetto , Paola (2015) La sindrome del burnout tra gli infermieri di area critica: revisione della letteratura. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Preview
PDF
720Kb

Abstract

Background: Il rischio di sviluppare la sindrome del Burnout è maggiore tra gli infermieri di area critica perché devono affrontare situazioni stressanti e complesse. Il rischio è proporzionale al tipo di coinvolgimento che si ha con la persona che si sta assistendo ed è tipico delle professioni d’aiuto. Se non gestito può produrre sequele psicologiche di forte disagio in grado di interferire non solo sulla sfera personale ma anche su quella professionale; ciò può incidere drasticamente sulla qualità dell’assistenza erogata. Gli infermieri vivono a più stretto contatto con il paziente, sia in termini di tempo, sia in termini di emotività, soprattutto i professionisti di area critica, ragion per cui sono fra quelli operatori sanitari che rischiano maggiormente il Burnout. Problema: Gli infermieri di area critica sono a maggior rischio Burnout e quindi di sviluppare dei problemi a livello personale, organizzativo e sociale, in primis nel luogo di lavoro. Esso infatti causa apatia, assenteismo e una diminuzione del livello della qualità del servizio offerto ai pazienti. Scopo: Lo scopo della revisione della letteratura è quello di quantificare il fenomeno del Burnout nei dipartimenti di area critica, identificare i segni/sintomi e i fattori di rischio, ma soprattutto individuare quali azioni consentono di prevenire e trattare tale sindrome per migliorare l’assistenza infermieristica erogata. Discussione e conclusioni: Questo elaborato conferma che l’infermiere che opera in contesti di emergenza/urgenza è esposto maggiormente al rischio di Burnout, questo perché opera in situazioni di emergenza definite forti emotivamente. In alcuni studi è risultato che i pazienti assistiti dagli infermieri con sindrome di Burnout non ricevono prestazioni infermieristiche idonee. Per ridurre il rischio Burnout è necessario agire all’interno dell’équipe professionale attraverso la prevenzione e ciò chiama in causa le istituzioni e, al loro interno, l’organizzazione del lavoro. Esse dovrebbero attivare un percorso di supervisione a livello collettivo, oltre che individuale, e cercare di coinvolgere tutto lo staff nel superamento delle problematiche presenti.

Item Type:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Infermieristica
Subjects:Area 06 - Scienze mediche > MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Codice ID:51182
Relatore:Capretta , Franco
Data della tesi:13 November 2015
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:Yes

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record