Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Berlese , Maddalena (2016) La gestione del dolore nel trauma minore del paziente pediatrico nel pronto soccorso di treviso (u.l.s.s. 9). [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
2374Kb

Abstract

Background: Il dolore è un sintomo rilevante nel paziente pediatrico che accede al Pronto Soccorso, dove quello procedurale ha un grande impatto, prevenibile mediante l'utilizzo di tecniche farmacologiche e non. Nel Pronto Soccorso di Treviso (U.L.S.S. 9) si contano 13000 accessi pediatrici all'anno di cui 5000 per causa traumatologica. La visita e le procedure avvengono in un ambulatorio dedicato che manca però di tutta la strumentazione necessaria per un'efficace Terapia Non-Farmacologica (TNF). Obiettivi: Attraverso questa tesi si è voluto analizzare l'impatto che l'ambiente ha sulla percezione del dolore del bambino e sull'ansia anticipatoria. L'obiettivo ultimo è quello di ideare e strutturare nel Pronto Soccorso di Treviso (U.L.S.S. 9) uno spazio dedicato a migliorare la gestione del dolore nel trauma minore del bambino sfruttando la struttura dell'ambulatorio 5, già presente. Metodo: È stata eseguita un'analisi della letteratura scientifica per ricercare le migliori evidenze nell' ambito della TNF; è stato preso in considerazione il parere di un esperto nel campo della psicologia infantile ed è stato fatto un confronto con uno dei migliori ospedali pediatrici d'Italia. Sono stati costruiti due questionari (ad hoc) uno che mira a verificare il grado di formazione e sicurezza dell'infermiere nella gestione del bambino vittima di trauma minore e uno invece che indaga il grado di soddisfazione del genitore rispetto al trattamento che il figlio ha ricevuto. Entrambi i questionari volevano inoltre indagare le preferenze per quanto riguarda le modifiche da apportare. Con l'aiuto di un designer si è redatto il progetto finale. Risultati: 37 infermieri hanno risposto al primo questionario, 25 genitori al secondo. Buona parte degli infermieri ha dimostrato scarsa omogeneità e poca preparazione nella pratica della TNF. La mancanza di materiale per attuare le tecniche di TNF è emersa non solo tra gli infermieri ma anche tra i pareri dei genitori che hanno inoltre denunciato la non adeguatezza del luogo di cura. Conclusioni: Dai questionari è emersa la necessità di agire nei confronti degli infermieri che hanno dichiarato lacune conoscitive relativamente alla TNF e la necessità di adattare il luogo di cura al bambino. Nella parte conclusiva della tesi è stato esposto il principale progetto di modifica dell'ambulatorio che potrebbe essere preso in considerazione dall'Azienda per una futura modifica reale. Sono stati inoltre progettati due nuovi camici per medici e infermieri e un diploma del coraggio da consegnare al bambino al termine della procedura.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Infermieristica
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/45 Scienze infermieristiche generali, cliniche e pediatriche
Codice ID:52575
Relatore:Drusian , Marta
Data della tesi:04 Aprile 2016
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record