Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Nassi, Matteo (2015) L’indice MacrOper per la valutazione della qualità delle acque. Considerazioni sui campionamenti effettuati nel torrente Lys in Valle d’Aosta. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
1656Kb

Abstract

Il primo capitolo della tesi affronta la questione dei monitoraggi ambientali da un punto di vista normativo, infatti vengono trattate brevemente le normative passate e soprattutto quelle attualmente in vigore in tema di acque e inquinamento. La Direttiva Quadro sulle Acque 2000/60/CE (Water Framework Directive) è attualmente la normativa di riferimento in merito al trattamento e al monitoraggio delle acque. In Italia è stata recepita dal Decreto Legislativo 152/2006 che definisce tutti i procedimenti da attuare per la definizione dello stato ecologico dei corpi idrici nazionali. È stato elaborato a questo scopo il metodo “multihabitat proporzionale”, il quale si appresta a sostituire l’ Indice Biotico Esteso (IBE) come metodo di indagine ecologica basato sulla presenza di macroinvertebrati nelle acque. A continuazione nella tesi vengono descritte alcune sostanziali differenze del metodo rispetto al suo predecessore in quanto questo considera nel monitoraggio i diversi microhabitat che si incontrano all’interno di un fiume in funzione della loro estensione ed inoltre, nel conteggio delle specie presenti, non ne considera solamente la presenza ma anche l’abbondanza dei vari taxon. Il “sistema di classificazione MacrOper” viene usato in questi biomonitoraggi per la determinazione dello stato ecologico avvalendosi dell’indice multimetrico STAR_ICMi. Il caso di studio in oggetto è relativo ad una applicazione sperimentale del “metodo multihabitat proporzionale” in Val d’Aosta nel torrente Lys. Vengono approfondite la metodica utilizzata, con particolare attenzione alle superfici da campionare e alla scelta delle stazioni di monitoraggio. In seguito viene trattata la questione dell’organizzazione dei monitoraggi in Val d’Aosta, in quanto la WFD richiede la redazione di Piani di Gestione del Bacino Idrografico. I campionamenti sono stati effettuati in alcune stazioni del torrente Lys, nell’ambito di una sperimentazione per la ditta CVA SpA (Compagnia Valdostana delle Acque) volta a verificare i valori di portata di Deflusso Minimo Vitale che deve essere necessariamente rilasciato dalle opere di captazione presenti nella zona per poter garantire la sopravvivenza delle comunità biologiche.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Scienze > Scienze naturali
Parole chiave:MacrOper, Macroinvertebrati, Monitoraggio, Acqua, Valle D'Aosta, Lys
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 11 - Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche > M-GGR/01 Geografia
Codice ID:54134
Relatore:De Marchi, Massimo
Data della tesi:2015
Biblioteca:Polo di Scienze > CIS "A. Vallisneri" - Biblioteca Biologico Medica
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:

Bibliografia

I riferimenti della bibliografia possono essere cercati con Cerca la citazione di AIRE, copiando il titolo dell'articolo (o del libro) e la rivista (se presente) nei campi appositi di "Cerca la Citazione di AIRE".
Le url contenute in alcuni riferimenti sono raggiungibili cliccando sul link alla fine della citazione (Vai!) e tramite Google (Ricerca con Google). Il risultato dipende dalla formattazione della citazione e non da noi.

AA VV, (2003), Atlante di Ecologia, Macroinvertebrati bentonici, http://www.atlantecologia.unito.it/page.asp?xml=bentonici (ultima consultazione 18/11/2015). Vai! Cerca con Google

-AA VV, (2005), Atlante per il riconoscimento dei macroinvertebrati dei corsi d’acqua italiani Cerca con Google

-Agostinelli M., (2008), Metodologie per la stima del deflusso minimo vitale nei bacini alpini e loro applicazione. Corso di laurea specialistica in tecnologie forestali e ambientali, Università degli Studi di Padova. Cerca con Google

-Andreani P., Battegazzore M., Belfiore C., Bernabei S., Buffagni A.,Casino N., Ciadamidaro S., Damiani G., Erba S., Floris B., Le Foche M., Mancini L., Martone C., Morisi A., Pace G., Pagnotta R., Siligardi M.,(2008), Protocollo di campionamento per i macroinvertebrati bentonici dei corsi d’acqua guadabili Cerca con Google

-ARPA Valle D’Aosta, (2013), Processo di implementazione della Direttiva 2000/60/CE, definizione delle nuove reti di monitoraggio sul territorio della Valle d’Aosta e classificazione dei corpi idrici fluviali, http://www.arpa.vda.it/it/ambiente-naturale/acqua/ambacqa02processo-di-implementazione-della-direttiva-200060ce-definizione-delle-nuove-reti-di-monitoraggio-sul-territorio-della-valle-daosta-e-classificazione-dei-corpi-idrici-fluviali/952-acque-superficiali/1362-1362-processo-di-implementazione-della-direttiva-200060ce-definizione-delle-nuove-reti-di-monitoraggio-sul-territorio-della-valle-daosta-e-classificazione-dei-corpi-idrici-fluviali. (ultima consultazione 04/11/2015). Vai! Cerca con Google

-Buffagni A., Erba S. (2007). Intercalibrazione e classificazione di qualità ecologica dei fiumi per la Direttiva 2000/60/CE (WFD): l’indice STAR_ICMi. IRSA/CNR, Notiziario dei Metodi Analitici, 1 Marzo 2007: pp 94-100. Cerca con Google

-Buffagni A., Erba S. (2007a). Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD)- Parte A. Metodo di campionamento per i fiumi guadabili. IRSA/CNR, Notiziario dei Metodi Analitici, 1 Marzo 2007: pp 2-27. Cerca con Google

-Buffagni A., Erba S., Aquilano G., Armanini D.G., Beccari C., Casalegno C., Cazzola M.,Demartini D., Gavazzi N., Kemp J.L., Mirolo N., Rusconi M. (2007b). Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD)- Parte B. Descrizione degli habitat fluviali a supporto del campionamento biologico. IRSA/CNR, Notiziario dei Metodi Analitici, 1 Marzo 2007: pp 28-52. Cerca con Google

-Buffagni A., Erba S., Alber R.,Belfiore C., Bielli E., Armanini D.G., Cazzola M., Cuomo S., Demartini D. (2007c). Macroinvertebrati acquatici e Direttiva 2000/60/EC (WFD)- Parte C. Scheda di campionamento per i fiumi guadabili e note generali a supporto delle attività di campo. IRSA/CNR, Notiziario dei Metodi Analitici, 1 Marzo 2007: pp 53-68. Cerca con Google

-Buffagni A., Erba S., Pagnotta R. (2008). Definizione dello stato ecologico sulla base dei macroinvertebrati bentonici per la 2000/60/CE (WFD): Il sistema di classificazione MacrOper. IRSA/CNR, Notiziario dei Metodi Analitici, Numero Speciale 2008: pp 24-46. Cerca con Google

-CVA SpA (2006), informazioni sugli impianti in valle d’Aosta. http://www.cvaspa.it/acqua/impianti (ultima consultazione 25/11/15). Vai! Cerca con Google

-D.Lgs 3 aprile 2006, n. 152 “Norme in materia ambientale”. Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 14 aprile 2006 – Supplemento Ordinario n. 96. Cerca con Google

-Direttiva 2000/60/CE del Parlamento Europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2000 che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque. Gazzetta Ufficiale delle Comunità europee. 22 Dicembre 2000. Cerca con Google

-D.M. Ambiente 8 novembre 2010, n° 260: Criteri tecnici per la classificazione dello stato dei corpi idrici superficiali per la modifica delle norme tecniche del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152, recante norme in materia ambientale, predisposto ai sensi dell'articolo 75, comma 3, del medesimo decreto legislativo. Supplemento alla G.U. n. 30 del 7 febbraio 2011. Vigente da febbraio 2011. All. 1:55-79. Cerca con Google

-Gargiulo A., 2010, Applicazione sperimentale del metodo MacrOper per la componente macrobentonica nei torrenti valdostani soggetti alla sperimentazione per la definizione del DMV: pp. 3-40. Cerca con Google

-Regione Valle d’Aosta (2008), documentazione sul bacino del torrente Lys, caratteristiche generali, idrografia, vegetazione, geologia, caratteristiche climatiche. http://www.regione.vda.it/territorio/territorio/Piano_acque/documentazione/CaratteristicheGenerali/BacSensi_13.htm. (ultima consultazione 04/11/2015). Vai! Cerca con Google

-Regione Valle d’Aosta (2001), Presentazione del piano tutela acque, http://appweb.regione.vda.it/dbweb/pta/faqpta.nsf/Presentazione?OpenForm&lng=ita (ultima consultazione 24/11/15). Vai! Cerca con Google

-Sansoni G., Ghetti P.F., (1992), Atlante per il riconoscimento dei macroinvertebrati dei corsi d’acqua italiani. Provincia autonoma di Trento, Stazione sperimentale agraria forestale, Servizio protezione ambiente. Cerca con Google

-Scaglia P., (2008), Il monitoraggio biologico negli ambienti fluviali: applicazione di metodi tradizionali e metodi conformi alla Direttiva 2000/60/CE basati sullo studio delle comunità dei macroinvertebrati., Corso di laurea specialista in gestione e valorizzazione delle risorse naturali, Università degli studi di Pisa. Cerca con Google

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record