Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | Accessibilità

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Celotto, Desiree (2016) L’utilizzo delle vibrazioni meccaniche focali nella riabilitazione dell’instabilita posturale in soggetti affetti da malattia di parkinson: revisione della letteratura. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]
Anteprima
Documento PDF
696Kb

Abstract

Introduzione: linstabilita  posturale nei pazienti con malattia di Parkinson è un sintomo che compare negli stadi avanzati di questa patologia ed, essendo presente sia in stazione eretta sia durante la deambulazione, risulta estremamente invalidante, con un intaccamento dell'autonomia nelle attività di vita quotidiana e della vita sociale. Negli ultimi anni, come strategia di trattamento per l'nstabilità posturale in soggetti con malattia di Parkinson, sono sempre più studiate le vibrazioni meccaniche focali, a cui i fusi muscolari sono estremamente sensibili; grazie a questo esse trasmettono un afflusso propriocettivo al sistema nervoso centrale, che modula l’eccitabilità dei riflessi spinali o le risposte muscolari, indotte dalle alterazioni posturali. Questo ha portato a formulare l’obiettivo di questa tesi, cioè quello di verificare o smentire l’efficacia delle vibrazioni focali meccaniche, quando vengono impiegate nella riabilitazione dell’instabilità posturale nei soggetti con malattia di Parkinson. Metodi: Per raggiungere l’obiettivo è stata eseguita una ricerca bibliografica nella letteratura internazionale in lingua inglese, su Medline, PubMed, PEDRO e the Cochrane Library. Per eseguire la ricerca sono stati cercati articoli in cui le vibrazioni focali sono state utilizzate come trattamento dell’instabilità posturale nel Parkinson. Risultati: dalla ricerca bibliografica sono risultati 18 articoli; di questi, 10 parlavano del trattamento, con vibrazioni focali, nell’instabilità posturale (di cui 7 nella malattia di Parkinson), 2 descrivevano gli effetti di esse nella prevenzione delle cadute, 2 riguardavano il loro impiego nel miglioramento della deambulazione di soggetti con malattia di Parkinson e gli ultimi 3 trattavano degli effetti in generale delle vibrazioni focali. Conclusioni: tutti gli articoli esaminati concordano sul fatto che le vibrazioni focali, utilizzate nel trattamento dell’instabilità posturale di Parkinson, portano degli effetti benefici, che perdurano nel tempo. Inoltre, questa strategia di trattamento, migliora la deambulazione nei pazienti con malattia di Parkinson, riduce il tasso di cadute ed, essendo uno strumento indossabile, indolore e non invasivo, porta ad un miglioramento della qualità di vita della questi pazienti.

Tipologia del documento:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Medicina e Chirurgia > Fisioterapia
Settori scientifico-disciplinari del MIUR:Area 06 - Scienze mediche > MED/34 Medicina fisica e riabilitativa
Codice ID:55989
Relatore:Cirio, Valentina
Data della tesi:02 Novembre 2016
Biblioteca:Polo Medico > Biblioteca Medica "V.Pinali" - Sezione Moderna
Tipo di fruizione per il documento:on-line per i full-text

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record