Vai ai contenuti. | Spostati sulla navigazione | Spostati sulla ricerca | Vai al menu | Contatti | AccessibilitĂ 

logo del sistema bibliotecario dell'ateneo di padova

Boccaletto, Ilaria (2018) Le difficoltĂ  di adattamento alle lenti oftalmiche progressive. The difficulties of adaptation to progressive ophtalmic lenses. [Laurea triennale]

Full text disponibile come:

[img]PDF
Tesi non accessibile fino a 30 September 2021 per motivi correlati alla proprietĂ  intellettuale. Visibile a: Repository staff only

1145Kb

Abstract

Tutte le persone, superati i 40/45 anni, devono far fronte a un cambiamento fisiologico a livello oculare che comporta una piccola, ma progressiva riduzione della capacità di leggere a distanze ridotte e le porta inevitabilmente a dover utilizzare soluzioni correttive per risolvere tale condizione, nota come presbiopia. I presbiti di oggi sono persone dinamiche che praticano sport, lavorano e si relazionano e con l’allungarsi delle aspettative di vita le loro necessità sono aumentate. La soluzione dal punto di vista ottico è la compensazione con lenti progressive. Le difficoltà principali che possono essere riscontrate, durante il primo utilizzo, sono, ad esempio, il fare le scale, guidare e spostare lo sguardo dall’alto al basso in quanto molti movimenti meccanici come abbassare la testa per cercare il gradino della scala dovrà essere sostituito con un abbassamento principale dello sguardo per trovare il corretto fuoco. Lo sviluppo che è stato fatto dalla prima realizzazione di lenti oftalmiche progressive ad oggi è stato rilevante; negli ultimi 20 anni, infatti, sono stati fatti passi da gigante a livello tecnologico e se anche le lenti oftalmiche progressive implicano, all’inizio, un periodo di adattamento, in cui il soggetto deve prende confidenza con il nuovo ausilio, imparando a trovare le varie zone di visone, in realtà questa fase richiede sempre meno tempo, da una a due settimane, rendendo poi questo tipo di correzione indispensabile ed estremamente pratica. Il compito dell’ottico e dell’optometrista è svolgere con accuratezza l’esame refrattivo, valutare la stabilità binocularità, effettuare le varie misurazioni, necessarie alla centratura dell’occhiale, e capire lo stile di vita del soggetto in modo da consigliare il tipo di lente più adatto alle sue esigenze e facilitare l’adattamento, riducendo i disagi iniziali e in particolare la sensazione di “ondeggiamento” che il soggetto può provare quando utilizza le zone laterali della lente. All people, after 40/45 years, have to face a physiological change at an ocular level that involves a small, but progressive reduction of the ability to read at reduced distances and inevitably leads them to have to use corrective solutions to solve this condition, known as presbyopia. Today's presbyts are dynamic people who practice sports, work and relate, and as their life expectancy grows, their needs have increased. The solution from the optical point of view is the compensation with progressive lenses. The main difficulties that can be encountered, during the first use, are, for example, making the stairs, driving and moving the gaze from top to bottom as many mechanical movements such as lowering the head to look for the step of the ladder will have to be replaced with a main lowering of the gaze to find the correct focus. The development that has been done since the first realization of progressive ophthalmic lenses to date has been relevant; in the last 20 years, in fact, giant steps have been taken at the technological level and even if progressive ophthalmic lenses imply, at the beginning, a period of adaptation, in which the subject must become familiar with the new aid, learning to find the various areas of mink, in reality this phase requires less and less time, from one to two weeks, then making this type of correction indispensable and extremely practical. The task of the optician and the optometrist is to accurately perform the refractive examination, to evaluate the stability of the binocularity, to make the various measurements necessary for the centering of the glasses, and to understand the lifestyle of the subject in such a way as to advise the type of lens more suited to its needs and facilitate adaptation, reducing initial discomfort and in particular the feeling of "sway" that the subject can try when using the side areas of the lens.

Item Type:Laurea triennale
Corsi di Laurea Triennale:Scuola di Scienze > Ottica e Optometria Ord. 2013
Uncontrolled Keywords:Presbiopia, Adattamento, Progressive, DifficoltĂ , Problematiche, Controllo, Indicazioni Presbyopia, Adaptation, Progressive, Difficulty, Issues, Control, Indications
Subjects:Area 02 - Scienze fisiche > FIS/07 Fisica applicata (a beni culturali, ambientali, biologia e medicina)
Codice ID:61111
Relatore:Ortolan, Dominga
Correlatore:Montagnoli, Giovanna
Data della tesi:September 2018
Biblioteca:Polo di Scienze > Dip. Fisica e Astronomia "Galileo Galilei" - Biblioteca
Tesi sperimentale (Si) o compilativa (No)?:Yes

Solo per lo Staff dell Archivio: Modifica questo record